Posizionare gli specchi in una casa secondo il Feng Shui

Per il Feng Shui lo specchio e’ in grado di riflettere l’energia e per questo ne disciplina il corretto posizionamento.

Il Feng Shui è l’arte cinese della disposizione degli spazi, quindi ausiliaria dell’architettura. Questa disciplina auspica che, in un ambiente, ci sia un giusto equilibrio tra le forze attive, definite yang, e quelle passive, definite yin.

Di solito in un ambiente capita di percepire un eccesso dell’una o dell’altra, cosa che viene avvertita già in base alla stessa forma dello spazio.

E’ necessario, quindi, che ci sia una compensazione tra le forze.
L’energia deve scorrere liberamente, ma non essere talmente veloce da scappare via.

La superficie di uno specchio è in grado di riflettere la luce e quindi l’energia. Per questo il Feng Shui ritiene lo specchio in grado di potenziare o inibire un Ch’i, l’energia vitale, che non si adatti all’ambiente in cui scorre, deviandone il flusso, rallentandolo o addirittura impedendone l’entrata.

Si può credere o meno ai principi delle filosofie orientali, ma resta innegabile che lo specchio, anche nella tradizione occidentale, viene frequentemente utilizzato per modificare la percezione dello spazio, ad esempio allargando un ambiente con delle ampie superfici riflettenti o nascondendo uno spigolo, e quindi è possibile ritrovarvi sempre un fondo di buon senso.

I cinesi ritengono, ad esempio, che se un corridoio è troppo lungo e stretto, il Ch’i fluisca troppo velocemente senza avere l’opportunità di attraversare le stanze che vi si affacciano. Quindi uno specchio può rallentare questa energia, permettendole di penetrare dappertutto.

Allo stesso modo, in arredamento, è frequente l’uso di specchi nei corridoi proprio per rendere l’ambiente meno oppressivo.

In una stanza ad L lo specchio annette otticamente quella parte di spazio che sembra mancare al locale. Disposto in un ingresso, serve ad allontanare l’entrata di presenze negative o, simbolicamente, di intrusi.

Posizionato sulla parte esterna della porta di un bagno serve ad evitare l’entrata di energie che si disperderebbero velocemente attraverso lo scarico dell’acqua.

Anche la bocca di un camino o l’entrata di una scala sono punti che favoriscono la fuoriuscita di energia. Quindi il posizionamento di uno specchio serve ad intrappolarla e a permettere che fluisca liberamente verso i vari locali.

La camera da letto è, invece, uno di quei luoghi, dove, per il Feng Shui, lo specchio non dovrebbe essere presente, se non disposto con una certa attenzione, per non disturbare il riposo.

E’ necessario in ogni caso coprirlo durante la notte. Se è proprio necessario tenerlo in camera, non disporlo contro la porta, perché rifletterebbe l’energia in entrata. Neanche va posizionato davanti alle finestre, perché crea riflessi intensificati e fasci di disturbo in camera.

E’ sconsigliabile disporlo di fronte al letto perché rimanderebbe continuamente l’energia sopra e intorno.

In ogni caso gli specchi devono avere dimensioni tali che chi vi si riflette veda l’intera figura.

Per il Feng Shui, complessivamente, l’uso dello specchio deve essere moderato e non eccessivo, in modo da evitare disordine energetico e quindi percettivo, infatti se gli specchi sono troppi possono disturbare l’atmosfera.

I cinesi preferiscono usare specchi di forma ottagonale o con spigoli smussati o arrotondati.

 

Articolo dell’arch. Carmen Granata

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...