Dichiarazione dei redditi: detrazioni

Pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 21/E del 23 aprile che contiene interessanti chiarimenti relativi alle detrazioni fiscali.

Con l’avvicinarsi delle scadenze per la presentazione dell’annuale dichiarazione dei redditi, l’Agenzia delle Entrate ha ritenuto opportuno pubblicare una circolare, la n. 21/E del 23 aprile, che contiene alcuni interessanti chiarimenti utili per coloro che nel corso del 2009 hanno fatto richiesta di alcune detrazioni, come quella del 20% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, del 36% per interventi di ristrutturazione edilizia e del 55% per la riqualificazione energetica di immobili esistenti.
Vediamo quindi quali sono le più importanti indicazioni contenute.

 

Detrazione 36% per recupero patrimonio edilizio esistente

Non è necessario, per poter usufruire del bonus, trasmettere copia di una comunicazione di fine lavori a firma di tecnico abilitato.

Infatti tale adempimento era necessario, a pena dell’esclusione del beneficio, solo per gli interventi di importo superiore ad euro 51.645,69 ma, poiché a partire dal 2003 la soglia massima di spesa per cui è possibile richiedere l’agevolazione fiscale è stata fissata ad euro 48.000, vengono meno i presupposti per cui sarebbe necessario l’invio di tale documentazione.

Detrazione 20% per mobili ed elettrodomestici

Per poter accedere al beneficio riguardante mobili ed elettrodomestici, come sappiamo, è necessario aver preventivamente richiesto le agevolazioni del 36% per interventi di ristrutturazione.
Non è però necessario che i pagamenti relativi a questi beni siano stati effettuati dopo quelli riguardanti i lavori edilizi, ma è sufficiente che siano posteriori alla data di inizio lavori comunicata al Centro Operativo di Pescara.

Poiché la detrazione, per un massimo di 10.000 euro, è ripartita in cinque rate annuali, il contribuente potrà continuare ad usufruire delle quote di cui non ha ancora beneficiato anche se, nel corso di questo quinquennio, l’immobile per il quale è stata richiesta la detrazione del 36% viene venduto.

La detrazione del 20% è applicabile anche sulle spese di trasporto e montaggio di mobili ed elettrodomestici, purchè esse siano sostenute mediante bonifico bancario o postale.

Nel caso in cui le spese di acquisto dell’arredo siano effettuate da un soggetto diverso da colui che si è avvalso della detrazione del 36% pagando le spese di ristrutturazione, non sarà possibile avvalersi del bonus, perché la normativa specifica chiaramente che deve esserci corrispondenza tra i due soggetti.

E’ poi importante il chiarimento che, se l’acquisto di nuovi elettrodomestici in classe elevata non è accompagnato da rottamazione del vecchio apparecchio, si può usufruire ugualmente del beneficio, qualora ricorrano le altre circostanze.

Detrazione 55% per riqualificazione energetica

Per ottenere le detrazioni del 55% è necessario inviare all’Enea, entro il termine di 90 giorni dalla fine dei lavori, la documentazione richiesta. La data da considerare come fine lavori è quella comprovata dal collaudo ma, per interventi che non necessitano di questo documento, come la sostituzione di infissi, esso può essere sostituito da analoga documentazione tecnica, ma non è sufficiente un’autocertificazione del richiedente.

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre specificato che possono usufruire delle detrazioni per la sostituzione degli infissi anche le spese per sostituire  i portoni d’ingresso, purchè questi delimitino l’involucro esterno dell’edificio o una sua apertura verso una parte non riscaldata, e, naturalmente rispettino i limiti di trasmittanza richiesta.

L’Agenzia ricorda poi che le agevolazioni di cui si tratta in questo paragrafo non sono cumulabili con altre forme di contributi, erogati da parte della Comunità Europea, delle Regioni o degli enti locali.

La normativa prevede che, entro 90 giorni dal termine dei lavori, venga inviata telematicamente all’ENEA una scheda informativa relativa al tipo di lavori e all’importo delle spese.
Capita frequentemente di commettere degli errori nella compilazione della scheda, ad esempio laddove si indicano i dati identificativi dell’immobile, o relativamente agli importi.
L’Agenzia ha chiarito, in questa circostanza, che è possibile provvedere ad una rettifica della scheda anche oltre il periodo di 90 giorni, ma prima del termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa può essere portata in detrazione.

Altre detrazioni

Per ciò che riguarda le detrazioni del 19% relative ai contratti di locazione per studenti universitari fuori sede, è stato chiarito che essa non è valida per i contratti di subaffitto, in quanto la normativa di riferimento non contempla tale fattispecie.

La normativa prevede anche una detrazione di imposta, pari al 19%, sugli interessi passivi e relativi oneri accessori, corrisposti in dipendenza di mutui garantiti da ipoteca, contratti per l’acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto, per un importo non superiore a 4.000 euro.
Nel caso in cui il mutuo venga rinegoziato e dall’iniziale intestazione ad un coniuge venga esteso ad entrambi, i benefici potranno essere analogamente estesi ad entrambi gli intestatari così come, nel caso speculare, se il mutuo era inizialmente intestato ad entrambi, e successivamente passato ad uno solo dei due, questo potrà godere della detrazione, ovviamente solo per gli interessi riferibili alla residua quota di capitale del precedente mutuo.

Il diritto a fruire di questa detrazione permane anche per il contribuente che è costretto a trasferire la propria abitazione, per motivi di lavoro, e solo per tali motivi.

Fonte lavorincasa.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...